DESCRIZIONE

Molti, troppi adolescenti con problemi psichici o comportamentali non sono seguiti durante l’adolescenza, e, quando ritrovano una possibilità assistenziale, limitazioni e danni si sono rigidamente instaurati. È un problema con cui i servizi di salute mentale in tutti i paesi europei devono fare i conti. Molteplici studi cercano di individuare strumenti e accorgimenti organizzativi atti ad assicurare continuità delle cure dall’adolescenza all’età adulta nei servizi di salute mentale.
Non si ragiona più per categorie come «infanzia» «Adolescenza» «Età Adulta».
Sono annullati i confini per uno scambio osmotico continuo. Esiste una estrema mobilità generazionale. E’ noto oggi che lo sviluppo ontologico è un processo che dura tutta la vita, e nessuna età ha il primato nel regolare la natura dello sviluppo. Lo sviluppo ontogenetico (relativo all’età cronologica) può variare in dipendenza da condizioni storico – culturali di un dato tempo. 
Lo sviluppo psichico è caratterizzato da una grande plasticità all’interno dello stesso individuo. Perciò, lo sviluppo potrà assumere forme diverse, a seconda delle esperienze della vita. 
Tra i 10 ed i 24 anni-quasi la metà delle patologie è costituita dalle malattie mentali ed il 75% di tutti i disturbi mentali insorge prima dei 24 anni. Tre motivi urgenti devono indurre a studiare interventi efficaci per bambini e adolescenti: alcuni disturbi mentali sono tipici di particolari stadi di sviluppo dei bambini/adolescenti. I dati delle evidenze e delle esperienze cliniche suggeriscono che i disturbi che si manifestano in età infantile e adolescenziale continuano nell’età adulta e che un intervento precoce può prevenire o ridurre gli esiti a lungo termine. 
Oggi servono modelli innovativi nell’integrazione dei servizi per l’età evolutiva e quelli dell’adulto, realizzando un rapporto di stretta collaborazione fra i servizi per l’infanzia, quelli dell’adolescenza e quelli per adulti. A tutt’oggi, nei Servizi per la Neuropsichiatria Infantile, il compimento del diciottesimo anno d’età è ritenuto come lo spartiacque della presa in carico, mentre è proprio questo il periodo più critico per l’insorgenza di patologie ansiose, depressive e anche psicotiche. Questa giornata di studi vuole approfondire i temi della transizione, gli aspetti neuroscientifici e gestionali connessi a tali problematiche.
 

RESPONSABILE SCIENTIFICO

 Alessio Maria Monteleone

CERTIFICAZIONE RILASCIATA

A conclusione del WEBINAR verrà rilasciato l'attestato di partecipazione, 90 gg dalla data di conclusione dell'evento la segreteria organizzativa invierà mezzo pec il certificato ECM. 

ISCRIZIONE

Il corso è accreditato in modalità webinar con ID 335929.

La pre-iscrizione si effettua inviando un'email all'indirizzo segreteria@ismess.it indicando i seguenti dati: 

NOME - COGNOME - C.F. - PROFESSIONE - DISCIPLINA - ALBO E NUMERO DI ISCRIZIONE ALLO STESSO - EMAIL - RECAPITO TELEFONICO.

La segreteria organizzativa provvederà all'invio di un'email di conferma di iscrizione fornendo tutte le informazioni riguardanti il corso ECM. 

CON IL CONTRIBUTO NON CONDIZIONANTE